lunedì 11 marzo 2013

#13#

Goffamente disbrighi le tue mansioni quotidiane
con la schiena dolorante e appesantita da
scartoffie ed utensili vari entri nella macchina
che ti condurrà chissà dove,
non hai meta, non hai certezze
forse a casa troverai rifugio.
Sai che un nuovo giorno t'aspetta
sai che non hai tempo da perdere
chiudi la lampada, spegni il telefonino 
ti metti sotto le coperte e aspetti la notte
affinchè lei possa arrivare più in fretta.
Un nuovo giorno è alle porte.
Chissà se busserà.



Nessun commento:

Posta un commento